Il commento del Bepi

Riportiamo con piacere il commento del Bepi, sulla pagina Facebook del suo gruppo, sulla riuscitissima serata del 20 Settembre 2014, che lo ha visto sul palco per il consueto concerto di solidarietà a favore del nostro Gruppo:

“Di teatri straciombi di gente ne abbiamo visti diversi per fortuna, ma, vuoi perché il teatro non è la nostra cornice abituale, vuoi per tante altre ragioni, l’ìa ‘mpó che la ma sa presentàa piö denàcc öna scena del gèner! Il Teatro dell’Oratorio S.Giovanni Bosco di Pradalunga pieno ovunque: ga n’era sentàcc zo, ‘n pé ‘n banda, crape de fò, crape ‘n fonta, zét che la rüsàa per gnì dét…aiuto! Capisco che per molti di voi sia stato un mezzo trauma sentirsi dire: “Non si entra perché non c’è più posto”, ma davvero il teatro era ben oltre il suo limite tollerabile, anche a livello burocratico. Per noi che siamo gli artisti, pota, non può che essere un bel segnale: tanta affluenza, tanta voglia di venirci a vedere non ci possono che lusingare. Quando si è aperto il sipario, sul primo accordo di “Ol café”, ma só sentìt come i Beatles in chi immagini di primi anni ’60 ‘n do che ta èdet lur a sunà, ma in realtà i è cuarciàcc da miliù de us de frétole! È stata una bella serata, nént de dì. Merito dell’Associazione Noialtri Onlus, che già ha il suo bel seguito di persone, della struttura, non grande, ma bella e funzionale, del service (Assembling Division di Cene) ottimamente gestito da Lorenzo e Agostino, del pubblico calorosissimo e poi sì, diciamolo, anche nostro, visto che non ci siamo proprio risparmiati sul palco. Un grande grazie va soprattutto ad Alberto Sonzogni che, pur essendo la data benefica, e quindi giusto a rimborso spese, si è impegnato tanto nelle prove quanto in concerto a sostituire degnamente l’Animale da cortile. Ma sono stati bravi tutti i Prismas, aiutati più che penalizzati dal grande caldo. Si vede che non sono il solo a pensare che se non sudo non mi sto guadagnando la pagnotta a dovere! E a Predalonga oter che südà! Sìe zamò trebatìt ala prima cansù! L’unico piccolo neo riguarda il mio in-ear monitor che ormai ha costantemente problemi ad ogni data e mi sa che, dopo una decina d’anni di onoratissimo servizio, mi sta gentilmente chiedendo di andare in pensione. Scaletta molto variegata, tra vecchi e nuovi brani, con “Io so camminare” a svettare su una serata dove la disabilità risultava comunque protagonista. Complimenti anche a tutti quelli che hanno lasciato un’offerta: l’Associazione Noialtri era molto contenta a fine serata e noi non possiamo che esserne altrettanto contenti.”

LEGGI L’ARTICOLO DIRETTAMENTE SULLA PAGINA FACEBOOK DEL BEPI&THEPRISMAS

— Posted on 21 settembre 2014 at 9:23 pm by